home    about    browse    search    latest    help 
Login | Create Account

Tecniche di gestione della fertilità del suolo in una coltura di pomodoro.

Donatiello, Dr. Sergio and Fagnano, Dr. Massimo (2005) Tecniche di gestione della fertilità del suolo in una coltura di pomodoro. [SOIL FERTILITY MANAGEMENT IN A TOMATO CROP.] Thesis, Faculty of agriculture - Naples University, agricultural engineering and agronomy. Proceed. Italian Society of Agronomy, no. 36. University of Foggia (Italy).

[img] PDF
692Kb

Summary

Due tipi di sovescio (favino puro e favino + avena) con due epoche di interramento (inizio aprile e fine aprile) in combinazione fattoriale, sono stati confrontati in una azienda sperimentale della Campania, per valutare gli effetti sulla produzione di pomodoro.
Dai primi risultati, si può evidenziare come la fertilità residua del terreno, dovuta alla precessione di leguminose, è stata sufficiente a sostenere almeno in parte le produzioni di pomodoro (311 q ha-1).
Gli apporti di N sono stati più alti nel caso del sovescio di favino puro e con l’interramento tardivo: 72 e 142 kg ha-1 di N per il favino e 45 e 80 kg ha-1 di N per il sovescio misto, rispettivamente nelle due epoche di interramento. Il rapporto C/N delle biomasse è stato più alto nel caso del sovescio misto e dell’interramento tardivo.
Dai dati ottenuti dopo l’interramento dei diversi tipi di sovescio, appare evidente come la presenza della graminacea ha depresso le produzioni, a causa del minore apporto e della più bassa disponibilità di N minerale (438 e 346 q ha-1 rispettivamente con il sovescio di favino e di favino+avena).
Non ha avuto effetti sulla produzione il ritardo di circa 20 giorni dello sfalcio e dell'interramento delle colture da sovescio (398 e 386 q ha-1 rispettivamente per il sovescio precoce e tardivo).

Summary translation

Two green manure crops (horsebean and horsebean+oat), in factorial combination with two burying times (beginning and and April) were compared in Southern Italy (Campania Region) with the aim to evaluate the effects of the composition of biomasses (different C/N ratio and lignin content)on nitrogen balance and yield of a tomato crop.
Soil fertility due to the preceeding legume crop was sufficient for tomato yield: not fertilised plots gained 31 t/ha.
N supply was higher with only legume crop and with the late burying: 72 and 142 kg/ha of N with only horsebean and 45 and 80 kg/ha di N with horsebean+oat in the 2 burying times respectively.
Therefore it is evident that the presence of oat reduced mineral N availability and tomato yield: 44 and 35 t/ha with and 142 kg/ha of N with only horsebean and horsebean+oat respectively. No effect on yield was recorded in relation to burying time.
At tomato harvest a large amount of mineral N remained in the soil, with hazard of nitrate leaching during the autumn-winter period. Also in organic farming there is the risk of pollution, since N balance shows high surplus with green manure and SOM mineralization is very high in Mediterranean conditions: therefore in these conditions green manure with only legume crops is not advisable in every year but graminaceae and cover/catch crops must inserted during the autumn-winter period during which nitrate leaching is allowed by rainfalls.

EPrint Type:Thesis
Thesis Type:master thesis
Keywords:green manure, C/N ratio, lignin content, N balance, nitrate pollution
Subjects: Crop husbandry > Composting and manuring
Research affiliation: Italy
Deposited By: FAGNANO, Dr MASSIMO
ID Code:6023
Deposited On:17 Oct 2005
Last Modified:12 Apr 2010 07:31
Document Language:Italian - Italiano
Status:Published
Refereed:Not peer-reviewed
Additional Publishing Information:ISBN 88-7427-010-0

Repository Staff Only: item control page